Ferraguti - libreria e rivisteria
carrello
BIBLIOGRAFIA
RIVISTE DI PREGIO E BIBLIOGRAFIA
QUADERNI DI GIUSTIZIA E LIBERTA' - EDIZIONI ORIGINALI stampati in clandestinità - 1932-1935 10 VOLUMI -
QUADERNI DI GIUSTIZIA E LIBERTA' - EDIZIONI ORIGINALI stampati in clandestinità - 1932-1935   10 VOLUMI -






Stampati in clandestinità a Parigi (1932-1935)

La storia del famoso e glorioso movimento inizia il 27 luglio 1929 quando tre uomini (ROSSELLI, LUSSU E FRANCESCO NITTI) fuggono dal confino di LIPARI e si rifugiano a PARIGI raggiungendo TARCHIANI. Già in precedenza era fuggito in Francia anche FILIPPO TURATI.
Si unirono a loro anche ERNESTO ROSSI, RICCARDO BAUER, FRANCESCO FACELLO e tanti altri.
Prese cosi' vita il movimento di pensiero ed azione (Repubblicani, Socialisti e Democratici) che battendosi per Libertà, Repubblica e Giustizia sociale arrivò a costruire una grande forza e poi ad essere parte attiva della Resistenza e quindi protagonista della "ricostruzione" con il PARTITO D'AZIONE.



formato 13,5 x 21, Brossure grigie, Copertine stampate in rosso con al centro la mitica sigla G L con la fiamma-spada e le parole INSORGERE-RISORGERE

Quaderno num. 1 (gennaio 1932) pp.78 in carta riso leggerissima
contiene in apertura il famoso "Programma rivoluzionario" che fu scritto da Carlo Rosselli a Parigi. Lo stesso Benedetto Croce ebbe a scrivere al tempo che questo programma diede origine al famoso PARTITO D'AZIONE.
Manca il quaderno num. 2
Quaderno num. 3 (giugno 1932 ) pp. 120 in carta normale
Carlo Rosselli qui firma il lungo articolo di pp. 42 su FILIPPO TURATI.
Invece lo scritto ORIENTAMENTI è firmato da TIRRENO (che è lo pseudonimo usato da EMILIO LUSSU)
Quaderno num. 4 (settembre 1932) pp.100 in carta normale
Qui Augusto Monti si firma con lo pseudonimo di VETURIO (Orientamenti)
Quaderno num. 5 (dicembre 1932) pp.128 in carta normale
Qui L. SALVATORELLLI si firma con lo pseudonimo di PENS.
Gli altri pseudonimi erano MAGRINI (Garosci). JOSEPH (Faravelli). GIANFRANCHI (Franco Venturi), FABRIZI (Calosso), TRAPASSI (Carlo Levi), QUARTO (Renzo Giva), la sigla M.S. nascondeva invece Leone Ginzburg.

Poi inizia la seconda serie e cambia la copertina che diventa tutta rossa.
La prima di cop. non ha più il simbolo GL che c'è invece sull'ultima.
Manca il quaderno num. 6
Quaderno num. 7 (giugno '33) pp.128
Quaderno num. 8 (agosto '33) pp.127
Quaderno num. 9 (Novembre '33) pp.128
Quaderno num. 10 (febbraio '34) pp.143
Quaderno num. 11 (giugno '34) pp.134)
Quaderno num. 12 (gennaio '35) pp.172 ULTIMO USCITO.
Le pubblicazioni cessarono con lo scioglimento della Concentrazione antifascista.

Scrisse A. LEONETTI : La mole dei "Quaderni" era giustificata dalla necessità di dare ogni volta una nozione elementare esatta del Movimento e delle sue finalità. Ma l'importanza di questa rivista, ciò che la rendeva viva. era il collegamento costante con l'Italia. Non solo perchè veniva introdotta e diffusa in alcune centinaia di copie, ma sopratutto perchè ad essa collaboravano i gruppi che operavano clandestinamente in Italia.

COLLEZIONE VENDUTA